BLOG

TRA FEDE E TRADIZIONE: DAI SEPOLCRI ALLA PASQUA

13Apr

Pasqua è una delle festività religiose più importanti e sentite in Sicilia che combina i momenti più significativi della Passione, Morte e Resurrezione di Cristo ai rituali folcloristici, a volte attraverso forme drammatiche e teatrali che spesso si riproducono in espressioni strutturate e complesse, simbolo della rinnovazione totale del cosmo. Ciò che più risalta è la partecipazione attiva della gente che si manifesta non solo nelle processioni e pellegrinaggi, ma anche nell’alternanza di sentimenti tristi per la morte di Cristo a quelli allegri e gioiosi per la sua resurrezione.

Durante la Settimana Santa il centro storico di Palermo si anima con le spettacolari processioni del dramma doloroso di Cristo Morto. Il Giovedì Santo, giorno dedicato all’Adorazione della S.S. Eucaristia, tutte le chiese rimangono aperte per permettere ai fedeli la visita ai Sepolcri, altari addobbati da fiori, ciotole in cui sementi sono state fatte germogliare al buio per quaranta giorni, che danno vita a pallidi germogli ornati con mani sapienti da nastri e fiocchi, disposte con eleganza barocca solitamente in uno degli altari laterali della chiesa. Particolarmente interessante è la decorazione della Chiesa di San Domenico e gli altari preparati nelle chiese di Santa Caterina e San Matteo. Il Venerdì Santo numerosissime processioni con il simulacro del Cristo Morto seguito dall’Addolorata, spesso raffigurata con sette spade trafitte nel petto, seguiti da bande musicali figuranti e fedeli fanno riecheggiare di un lutto cosmico tutta la città.

Alla veglia pasquale, alla mezzanotte, nella chiesa di San Domenico a Palermo avviene “La calata di la tila” in cui il pesante telo che ha coperto l’altare maggiore viene giù in maniera scenografica tra canti di gioia per la Resurrezione. La morte del peccato e la resurrezione alla vita segnano un trapasso che è anche passaggio dai rigori invernali alla primavera portatrice di vita, non a caso l’uovo diventa simbolo della natura che si schiude. Il giorno di Pasqua ai bambini si regalano le uova pasquali, mentre persistono ancora la cassata e le pecore di pasta reale, dolci tipici della tradizione siciliana.

 

LASCIA UN COMMENTO